Come sarebbe la classifica di Serie A senza i minuti di recupero?

Come sarebbe la classifica di Serie A senza i minuti di recupero?

08/02/2019 Off Di StatsCalcio

Dopo 22 giornate (anche se siamo già nel pieno della ventitreesima, con Lazio-Empoli giocata ieri e Chievo-Roma in programma stasera) di Serie A, possiamo già provvedere a fare qualche calcolo un po’ più particolare sul nostro campionato.

Oggi prenderemo in esame un dato che forse non ha grande valenza statistica, ma che può essere considerata una simpatica curiosità, per valutare l’incidenza dei gol segnati in zona Cesarini.

Come sarebbe, quindi, la classifica della Serie A se non si tenessero in conto i minuti di recupero?

Su Transfermarkt possiamo avere a disposizione proprio questo dato, che andremo ora a vedere.

Questa, infatti, sarebbe la classifica della Serie A se non venissero conteggiati i gol segnati nei minuti di recupero in questo campionato.

La sorpresa più grande sarebbe probabilmente la Lazio al terzo posto, con l’Inter che avrebbe 4 punti in meno e retrocederebbe addirittura al sesto posto.

Anche in coda l’Empoli perderebbe due punti e scenderebbe in zona retrocessione, scavalcato dal Bologna.

Questa, infatti, è la classifica “normale” della Serie A al momento in cui scriviamo.

Anche la Sampdoria guadagnerebbe tre punti e salirebbe al quinto posto, mentre il Milan, pur perdendo un solo punto, sarebbe fuori dalla zona che vale la qualificazione per le coppe europee per il prossimo anno.